Scrivimi

La nebbia non si taglia più col coltello,
le giornate ormai si allungano
ed io osservo giorni bagnati di blu.

Son perso di te sin da quando soffiammo
sulla brina dei vetri di quella finestra
per donarci a vicenda l’idea di libertà.

Da allora quanto t’ho amata in silenzio
contando le ore della solitudine!
Il mio cielo è madido di nubi di pianto.

Ti prego scrivimi una lettera d’amore
trasportata dalle ali del vento
quando penserai d’esserti innamorata.

Scrivimi sillabando parole confuse
così che io possa donarti il cuore:
da tempo immemore batte per te.

Che sia la nuova stagione in fiore
con i giorni dalla pronuncia d’azzurro
a farmi bagnare della luce della tua stella.

Comments are closed.