L’isola

Incrociando i tuoi occhi in quella casa
dove soffiammo insieme sulla brina dei vetri
per dare ai nostri cuori un’idea di libertà
d’incanto è nato un seme d’amore:
sgorgherà a primavera come una polla alpina,
come un arco di cielo che s’accende
e ha un alfabeto segreto
per scambiarsi criptati messaggi di tenerezza.
fluttuanti nel vento d’aprile
con una pioggia che cade fitta sulle nostre vicende umane.
Mi struggo come un’orma nella neve
attendendo nella mia cripta di sfiducia
di volare con te sulle ali del vento
come una farfalla innamorata.
E attendendo di rotolarmi con te
nel prato di fiaba d’una verde isola
vi costruisco il nostro nido d’amore
riposandomi nella grande spiaggia dell’attesa.

Comments are closed.