La rosa

Scusa mia fata
per le frasi taciute,
per i miei silenzi di polvere.
Il mio canto
è un farfugliare innocente
di uomo innamorato
che ha colto in te la stella,
il Sole che scalda.
Hai viso di labbra di luna,
occhi di luce,
corpo dalle linee sinuose
e io t’amo
quando ridi e quando piangi,
quando levi all’azzurro
le note di canto della voce
e quando sei silenziosa
perchè sei l’astro
che illumina il mio cielo
e privo del tuo sorriso
sarei solo un ramoscello
in balia del vento,
una pietra spezzata,
l’albero senza radici.

Perchè solo tu sei la rosa
che profuma d’amore la mia vita.

Comments are closed.