Nozze eterne come la luna

  • La mia voce canta lieta e gaia
    la perfetta simbiosi dei nostri cuori
    che, tra poche ombre cupe
    e mille luci ardenti di vita,
    si muovono su di un oceano
    illuminato, acceso dai sentimenti.

Mia fata, tu tendimi la mano:
t’accompagnerò quieta e sicura
col miele dei miei pensieri
fra le trame del destino
anche quando dovremo solcare
terre oscure e sconosciute.

Le nostre dita s’intrecceranno
oltre il baratro nero della solitudine
fino a formare una sola mano
e con la forza dell’amore
ci faremo beffe d’ogni amara sorte
perfino fosse la morte.

E quando scintillerà l’ultimo crepuscolo
saliremo una scalinata argentea:
ci condurrà fra prati di fiaba
dove le nostre anime si rotoleranno
in un amplesso infinito, unite tra le stelle
in nozze eterne come la luna.

Comments are closed.