Dolci orditi di pensieri

Forse ancora per un’ansa di tempo
mi riposerò in questa casa vuota
(rifugio vuoto ed insicuro)
dove tutto scolora corroso dai giorni.
Qui, respirando l’odore delle sigarette
e delle stelle del cielo,
preparo dolci orditi di pensieri
ballando in battiti d’ali improvvisi
agganciato alla tua memoria
come un ricordo d’argento, pietra di rugiada.

Comments are closed.