Verrai a me

Sa di luna e di gigli
la tua pelle di seta bianco ciliegio.
La luce degli occhi
un tremore azzurro di attonite stelle.
I tuoi capelli
le spighe d’oro dei prati d’aurora.
La tua anima di brina un fiocco di purezza.
Verrai a me, astro iridescente,
con l’odore della prima neve
tracciando nei solchi d’ogni sogno
un’idea di libertà,
danzando nella corona della Luna in un sorriso
con un volo di farfalla innamorata
e sarà un arcobaleno di musica
ogni notte accanto alla rugiada
del tuo corpo perso nei sospiri d’una danza.

Comments are closed.