Due cuori

Filano le stelle cadenti,

non sei la cometa che sa di assenza

ma l’astro delle praterie planetarie:

lasci attoniti i viandanti,

io ti stenderò un tappeto di millefoglie,

un tappeto invisibile che solcherai leggiadra.

Anello d’oro della mia anima,

tendimi sicura la mano

oltre le trame ignote del destino

e saremo due cuori nella medesima sorte

in un futuro di magia

profumati da dolci effluvi di pruni e ginestre.

Comments are closed.