Mio fiore dorato

Quando lenti scivoliamo nella sera
e sfarfallano pipistrelli nel cielo
ho solo te, mio fiore dorato,
da toccare e accarezzare piano.

Ti sussurro parole dolci
ma tu, già assopita,
fai un fagotto delle coperte
sillabando parole confuse.

Passerà anche questa notte,
dopo le grida di piacere tra noi,
e ci desteremo insieme
baciati da un sorriso d’aurora.

L’oro del sole
c’indicherà il cammino
uniti per sempre
oltre la vita, oltre il destino…

…e se invece le stelle del futuro
non ci sorrideranno in un arcobaleno,
me ne andrò per contrade ignote,
sempre desiderandoti, mio fiore dorato.

Comments are closed.