Untitled

Untitled

L’amore con stelle e spine ti ho offerto

in una coppa ampia come la terra

tu vi camminasti con tacchi netti

spegnendo l’ardore delle mie fiamme.

Non cessai di marciare nella lotta

verso il pane, il grano per noi

e ti rimirai come non mai

occhi d’uomo torneranno ad ammirarti.

Allora non misurasti la mia statura

il mio sangue, il frumento, l’acqua

mi confondesti come un insetto

che planò sulla tua veste turchese.

Prego che tu non m’osservi distante

che perlomeno passeggi con la mia fotografia-

io continuerò a camminarti nel velo dei pensieri

dischiudendo smisurate strade opposto all’ombra.

Comments are closed.