Buon Natale a tutti i miei lettori e alla persona a me più cara

IL SUO AMORE

Sei donna dalla bocca

di rose vermiglie che s’aprono come conchiglie,

maturano come spighe nei campi,

ardono come il fuoco.

Sei l’amante irresistibile,

la fiamma alimentata dalla mia linfa

ora fragile ora di quercia secolare-

caduta d’occhi feroce pungolo dal quale non scenderò.

Le tue mani sono ali vive

rigate a forza di segnare le ore del lavoro,

mani per reggere un cespo

di quelle rose vermiglie senza spine.

La mia ancella di talento

fucina di tutti i miei sogni,

il suo delirio,

il suo amore ai miei piedi.

Comments are closed.