Parole ispirate

Danziamo nella brezza

per una strada che non avrà fine

le foglie hanno passi spediti

t’accarezzerò in un diluvio di colori

le nuvole nascondono la tua ombra

i tuoi occhi occultano il cielo.

I miei li ho serrati umidi

per non piangere

per la paura di non scorgerti lucente.

Dove sono le tue mani di seta,

le tiepide carezze?

Tutto da afferrare graffiando.

Le notti t’amo,

avrò l’alba nelle vene

mi fido delle tenebre

mi conferiscono potere d’indovinarti

il potere di rivelarti

fiamma latente dei giorni.

Nel meridiano baciato da trilli

di fronte vedo occhi più vivi

in sintonia col desiderio

di far ritorno alle fonti della vita.

Volgo il capo, ascolto parole ispirate

condividendo l’amore che per gioco m’ignora.

Comments are closed.