Il fiore della folgore

Ho voluto cambiare il colore del cielo

sull’erba dei prati del sentiero

camminando fra gli stracci delle finestre-

si scherzava come ci si annoia

perché serrassi su di lei

le porte di pietra dell’impossibile.

Gioventù conferiva ai suoi occhi di stella

potere di vivere abbagliando i viandanti-

certo non sa limitare il suo cuore

al mio petto

anche se negli scantinati di primavera

è il fiore della folgore.

Lei si leva la sua veste fucsia

e stringe un abito nuovo e nudo.

Comments are closed.