Una bimba

Una notte azzurra-

esili copricapi di stelle fanno da manto

ai nostri pensieri di rugiada-

nella via delle costole

giungi a me in tre falde di flashes onirici

la duplice: saranno due bocche nei riflessi dei vetri.

Il mare regna vicino

sull’estate delle tue forme sode.

Saranno notti che dischiuderanno l’eco della volta

allo straripare dei tuoi gemiti,

passeggiate mano nella mano sul bagnasciuga

dove le nostre orme lasceranno una scia di libertà-

persino gli arenicoli danzeranno di gioia.

Nella trasparenza erratica

delle tue iridi nocciola intarsiate di pagliuzze dorate

non invidierò la tua inesperienza

sulla paglia dell’acqua,

s’inchinerà senza tregua la strada dell’amore.

In quel soffio di sole,

d’oro come la tua chioma,

in quella luce iridescente

d’un domani di trepide carezze e baci incarnati

che modellerà nell’ombra il tuo specchio di gelsomino

una bimba sarà effigiata sui tuoi fianchi esangui.

Comments are closed.