COMMENTO 5/5 su www.ibs.it a “Gocce di stelle.”

  • “Una cascata d’amore/ bagnata da una spuma di dolore”, così, con queste stesse sue parole, mi piacerebbe definire la nuova silloge di poesie “Gocce di stelle” di Marco Galvagni, che dedica alla madre da poco scomparsa con versi rotti da un’emozione che colpisce profondamente chi legge. In questa frase c’è tutta la filosofia che permea il pensiero di Marco: le gocce di amore possono alimentare la speranza in un mondo diverso e possono reinventare la vita. Lontano da falsi languori, il poeta sembra sempre alla ricerca di una propria concezione dell’esistenza, alimentata da una filosofia di vita che in tutta la sua poesia vigila su un’interiorità che pone a priori in armonia con quanto lo circonda. Sembra che solo l’amore vero e l’affettività realmente vissuta e condivisa possano dare la forza e la determinazione per affrontare le difficoltà e giungere alla realizzazione dei veri obiettivi importanti della vita. L’amore, quindi, è il tema ricorrente del libro, assieme a precisi ricordi delle persone amate, tratteggiate con pennellate colme di colore raffinato, di metafore dolci, che evidenziano sentimenti forti e veri, a volte non del tutto sereni, nell’ineluttabilità degli accadimenti della vita e di una realtà pulsante vissuta intimamente. Ogni poesia è quasi un racconto o il fotogramma di un momento, spiragli importanti per affrontare l’universo umano dell’autore, che rimarrà sempre centrale nelle storie raccontate attraverso le poesie. E la poesia, anche se tutta concentrata sullo scavo dell’analisi esistenziale, arricchita dalle sfumature dell’esperienza soggettiva, deve arrivare naturalmente agli altri, deve illuminarsi delle sue percezioni e delle sue aperture, al di là del piano semplicemente denotativo, facendo passare sensazioni dall’autore al lettore, ispirando sempre pensieri profondi. La poesia di Marco Galvagni commuove il cuore e l’immaginazione, offrendo ai lettori spunti di riflessioni indirizzate soprattutto al recupero dei valori più profondi.

Emilia Fragomeni

 Scrivi una recensione